Nevoso Di Pitusiray

DESCRIZIONE

Nevoso di Pitusiray: Maestoso e bellissimo innevato che rappresenta una sfida costante per la pratica di sport d’avventura, soprattutto per chi ama il trekking e l’arrampicata su ghiacciaio, questo innevato si trova nella provincia e nel distretto di Calca, si trova a 4.950 m.s.l.m. fa parte della catena montuosa orientale e una delle più straordinarie zone di alta montagna andina del distretto di Calca, è una montagna (classe T – ipografica).

I versanti del monte innevato sono conformati principalmente da depositi colluviali o da affioramenti di rocce, vulcaniche, e intrusive in molti casi molto fratturate che a causa dei pendii molto ripidi e di altri fattori formano coni alluvionali. Secondo il pensiero andino preispanico, Sawasiray-Pitusiray è associato a pratiche rituali di attività agricole e pastorali, nonché a un insieme di testimonianze fornite dal discorso mitico, che rivelano che questo concetto esplicita l’interazione generativa tra gli opposti fondamentali (femmina-maschio, notte-giorno, basso verso l’alto, destra-sinistra, caldo-freddo) che compongono il cosmo e, quindi, il riconoscimento della completezza e dell’unità di tutto ciò che esiste. La cosa più rilevante è che la complementarità degli opposti corrisponde a un modo di pensare e di esprimere la generazione dei cambiamenti.

LEGGE

Questa è una storia d’amore che è stata trasmessa attraverso fonti orali nella provincia di Calca, regione di Cusco.

Orqo Waranqa era una Kuraka del villaggio di Urco e aveva una figlia di straordinaria bellezza chiamata Pitusiray, frutto dell’amore con una principessa Yungas.  Crescendo e con il passare degli anni, la ragazza è diventata una bella donna che si innamora della bella Sawasiray. La kuraka (suo padre) aveva terre che stavano morendo, perché la scarsità d’acqua le rendeva improduttive, così un giorno offrì la mano di Pitusiray a chiunque potesse portare l’acqua ai solchi secchi.

Kuntisiray e Sawasiray, signori delle regioni vicine, contestavano il primato della meta quasi impossibile che aveva affidato al kuraka, la stessa che era resa ancora più difficile dalla conformazione geografica delle terre da sconfiggere. Si dice che Sawasira ha cercato di guidare l’acqua lungo il pendio della collina di Sunqu Qhata e a causa del poco tempo a disposizione non è riuscito nel suo tentativo. D’altra parte, il fortunato Kuntisiray ha costruito un grande pozzo su una collina e l’acqua ha cominciato a scendere le piattaforme di un torrente, con conseguente legittimo vincitore.

La principessa, sopraffatta dal risultato, non poté far altro che obbedire agli ordini del padre. Il suo matrimonio con Kuntisiray fu pomposo per diversi giorni. I giorni passarono e non potendo sopportare la nostalgia e la distanza, una notte tempestosa, Pitusiray corse alla ricerca di Sawasiray, fuggendo con lui verso le colline, credendo di poter superare l’altezza e rifugiarsi in terre lontane. Tuttavia, sono stati colpiti dai guerrieri di Orqo Waranqa e del Kuntisiray offeso, rimanendo come punizione pietrificato e trasformato in montagne innevate.

Queste montagne innevate si ergono oggi dietro la provincia di Calca, una è conosciuta come il Pitusiray nevoso, l’altra è il Sawasiray nevoso, e dietro le due montagne si trova il Kuntisiray nevoso.